Torna a Eventi FPA

I webinar in programma

domenica, 1 dicembre mattina

giovedì, 25 luglio mattina

12:00
13:00

Smart Working per la PA: scopriamo il kit di riuso VeLA[webinar_VELA_25_07_2019]

Per accrescere la consapevolezza delle PA sullo Smart Working e permettere alle stesse di definire dei piani di fattibilità per l’attivazione di percorsi di lavoro “agile”, nell’ambito del progetto VeLA è stato realizzato un kit di riuso di riferimento che prevede contenuti teorici, metodologie e strumenti utili alla realizzazione delle fasi di preparazione, introduzione e monitoraggio di questa nuova modalità di organizzazione del lavoro.

Il kit di riuso di lavoro agile è una vera e propria “cassetta degli attrezzi”, concreta e facilmente attuabile, grazie a cui tutte le PA interessate saranno in grado di abilitare al proprio interno il nuovo modello di lavoro.

Il webinar ha l’obiettivo di presentare il kit di riuso per lo smart working nella PA, messo a punto dalle 9 amministrazioni partner del Progetto VeLA, le modalità per utilizzarlo e le opportunità di miglioramento e implementazione che derivano da processi di riuso in ambito di modelli organizzativi.

La partecipazione al webinar è gratuita, ma è necessario registrarsi a questo link

Il progetto VeLA – Veloce, Leggero, Agile: lo Smart Working per la PA è finanziato dal PON GOV 2014-2020 nell’ambito del primo bando di Open Community PA. 

lunedì, 22 luglio mattina

12:00
13:00

Gestione documentale: come farla davvero[webinar_documenti_22072019]

Questo webinar, inizialmente in programma il 15 luglio, è stato rimandato al 22 luglio

La gestione dei documenti e degli archivi digitali affronta questioni di notevole complessità, che sono oggi più che mai al centro di importanti interventi normativi, a partire dalle Linee guida che l’Agenzia per l’Italia digitale ha in corso di elaborazione proprio in questi mesi. Sono passati quasi vent’anni dall’approvazione del primo importante provvedimento (il Testo unico sul documento amministrativo) che nel 2000 ha definito con sistematicità e coerenza gli strumenti necessari alla formazione e tenuta di archivi digitali.

Le tecnologie a nostra disposizione sono tuttavia in continua evoluzione, così come la normativa di riferimento (dai provvedimenti europei al Codice dell’Amministrazione Digitale e alla successiva regolamentazione tecnica). In questo ambito, quindi, è indispensabile il continuo aggiornamento delle conoscenze e delle competenze, approfondite anche in relazione alle modifiche della normativa nazionale ed europea.

Tutti gli operatori del settore, le amministrazioni pubbliche e le imprese private, sono interessati a queste tematiche e sono invitati a partecipare.

Il webinar ha l’obiettivo di offrire questa lettura generale, lo scenario di riferimento a valle di cui identificare fabbisogni specifici e percorsi di aggiornamento. In particolare, si intende analizzare le questioni operative e gli strumenti che, sempre più necessarie a garantire la continuità documentale nei processi di trasformazione digitale, richiedono oggi una rinnovata attenzione e interventi di aggiornamento (tra cui il piano di classificazione e di fascicolazione, il piano di conservazione, la valutazione delle piattaforme di gestione documentale).

L’incontro, in questo senso, si pone come primo passo del percorso di aggiornamento costante sulla normativa e le sue implicazioni per soggetti pubblici e privati e che sarà sviluppato attraverso FPA Campus Gestione Documentale, un primo ciclo di seminari formativi sul tema realizzati da FPA a Roma, da fine settembre, nella nuova sede del Talent Garden Ostiense.

La partecipazione al webinar è gratuita, ma è necessario registrarsi a questo link

lunedì, 8 luglio mattina

12:00
13:00

Come lo “sblocca cantieri” cambia il procurement pubblico? Uno scenario di riferimento[webinar_Procurement_08_07_2019]

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Il procurement pubblico è di fronte a una stagione di modifiche normative che durerà ragionevolmente per almeno i prossimi tre anni. Lo “sblocca cantieri”, ovvero il Decreto Legge n. 32 del 18 aprile 2019 convertito con modificazioni dalla L. 55/2019, rappresenta l’apertura di questa stagione, con un numero consistente di modifiche e articoli del Codice interessati e l’introduzione di un regime transitorio di durata non programmabile che genera ulteriore incertezza e complessità. Tutti gli operatori del settore, le amministrazioni pubbliche e le imprese private, sono interessati a queste novità e sono coinvolti nell’analisi del testo e delle sue ripercussioni.

È necessario, prima di tutto, comprendere qual è la natura di questa prima rivoluzione: ricostruire un quadro generale che identifichi i temi “caldi” e distinguere e analizzare le aree di maggiore impatto, specie a breve termine.

Il webinar ha l’obiettivo di offrire questa lettura generale, lo scenario di riferimento a valle di cui identificare fabbisogni specifici e percorsi di aggiornamento. Fare chiarezza per pianificare azioni e interventi.

L’incontro, in questo senso, si pone come primo passo del percorso di aggiornamento costante sulla normativa e le sue implicazioni per soggetti pubblici e privati e che sarà sviluppato attraverso FPA Campus Procurement, un primo ciclo di seminari formativi realizzati da FPA a Roma, da fine settembre, nella nuova sede del Talent Garden Ostiense.

martedì, 2 luglio mattina

12:00
13:00

Sicurezza informatica: come mitigare l’errore umano attraverso la tecnologia[webinar_MedComputer_02_07]

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Già nel 2014 Agenzia per l’Italia Digitale e Università La Sapienza di Roma evidenziavano in un loro studio come la Pubblica amministrazione italiana fosse poco consapevole dei rischi connessi alle minacce cyber. Un dato confermato anche di recente, citiamo ad esempio una ricerca del 2018 dell’Osservatorio Information Security & Privacy del Politecnico di Milano che, su un campione di 667 organizzazioni italiane, rileva tra le principali vulnerabilità interne proprio la distrazione e scarsa consapevolezza dei dipendenti (82%), poi un’architettura IT obsoleta (41%) e aggiornamenti e patch non effettuati regolarmente (39%).

Ci sono naturalmente delle strategie che possono essere attuate per intervenire su questi aspetti. La formazione e la diffusione di una cultura in materia di sicurezza informatica sono dei passi importanti, ma anche la scelta e l’approccio alle soluzioni tecnologiche è un fattore da non sottovalutare. Caratteristiche dell’hardware, caratteristiche del sistema operativo e aggiornamento del software: ecco alcuni punti centrali da tenere presenti. E, di fondo, l’adozione di tecnologie evolute che permettono di mitigare il fattore umano.

Insomma, la sicurezza si basa su una somma di impostazioni e caratteristiche, e potremmo dire che in qualche modo deve essere nativa della tecnologia che si va ad utilizzare. Come? Ne parleremo in questo webinar organizzato da FPA in collaborazione con Med Computer, Apple Premium Reseller.

In occasione del webinar verrà anche presentato in anteprima ai partecipanti un white paper di approfondimento sul tema.

martedì, 18 giugno mattina

12:00
13:00

Smart Working: il volto della nuova PA digitale[webinar_Avaya_18_06_2019]

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Lo smart working si fa dentro le aziende, non fuori. Una frase provocatoria? In realtà no, perché è sempre più chiaro che l’introduzione dello smart working comporta prima di tutto una rivoluzione all’interno delle aziende e delle amministrazioni che scelgono di avviare questo percorso.

Una rivoluzione culturale, organizzativa, di processo. Una rivoluzione che va a toccare anche gli ambienti in cui si lavora e che vede naturalmente nelle tecnologie un alleato indispensabile.

Ma a che punto è questo percorso all’interno delle pubbliche amministrazioni?

Gli ultimi dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano ci dicono che, ancora nel 2018, solo il 9% delle amministrazioni ha avviato progetti di lavoro agile. Tuttavia l’interesse sta aumentando ed esistono buone pratiche e reti di Pubbliche Amministrazioni che stanno introducendo modalità di lavoro agile per garantire servizi pubblici più efficaci, più efficienti e più veloci che si traducono in benefici diretti per i cittadini.

In questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Avaya, ci confronteremo su stato attuale, criticità e potenzialità di sviluppo e di evoluzione dello smart working nella PA italiana; approfondiremo sia il ruolo delle tecnologie come fattore abilitante in questo percorso e sia scopriremo, attraverso il racconto di esperienze realizzate all’interno di alcune pubbliche amministrazioni, come cogliere al meglio questa opportunità.

giovedì, 6 giugno mattina

12:00
13:00

Sicurezza informatica: quando l’intelligenza artificiale entra in gioco nella lotta contro gli hacker[webinar_Comedata_06_06]

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Interruzione dei servizi, problemi con l’integrità dei dati e perdita degli stessi, danni economici e di immagine. Queste alcune delle conseguenze degli attacchi informatici, che diventano sempre più sofisticati e che appaiono in aumento.

Secondo i dati riportati dal CLUSIT nel Rapporto 2019 sulla Sicurezza ICT in Italia, tra il 2017 e il 2018 si registra un incremento percentuale anomalo degli attacchi gravi rilevati a livello globale (Italia compresa) nel settore privato e pubblico, pari a +35% circa. Tra i settori maggiormente colpiti, in aumento soprattutto il settore Governativo, quello sanitario, quello finanziario e il settore delle infrastrutture critiche. Anche secondo la Relazione annuale del Dis (Dipartimento delle informazioni per la sicurezza) al Parlamento, il numero complessivo di azioni ostili è più che quintuplicato rispetto al 2017, prevalentemente a danno dei sistemi informatici di pubbliche amministrazioni centrali e locali.

È ragionevole pensare che queste percentuali di incremento così alte siano dovute non solo a un maggior numero di attacchi, ma anche a una maggiore quantità e qualità delle rilevazioni. Tuttavia, è un fatto che le PA italiane siano vulnerabili, a causa tra l'altro di comportamenti errati e di software non aggiornati. Eppure esistono tecnologie sempre più avanzate a supporto delle strategie per la sicurezza di reti e sistemi informativi. Grazie all’intelligenza artificiale oggi è possibile simulare in maniera automatica e continua i più sofisticati attacchi hacker, automatizzare la scoperta di vulnerabilità ed errori di configurazione e indicare le misure di remediation prioritarie.

In questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Comedata, scopriremo come funzionano questi sistemi per realizzare penetration test continui machine-based e quali vantaggi portano nella lotta agli attacchi informatici.

mercoledì, 8 maggio mattina

12:00
13:00

“Rappresenta il dataset”: come partecipare al contest open data[webinar_ODC_08_05_2019]

Qui il la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

 

Il Contest "Rappresenta il dataset!" è un concorso promosso dalla Regione Campania aperto alla partecipazione di cittadini singoli o associati, scuole, università e giornalisti per favorire rappresentazioni e visualizzazioni dinamiche e interpretative dei dati aperti pubblicati sul portale Open Data Campania. Nel corso del webinar, saranno lanciate le challenge di concorso, raccontando ai partecipanti gli obiettivi che la Regione si pone attraverso il concorso di idee, le caratteristiche del regolamento che permette di partecipare e, infine, un tutorial di accompagnamento al concorso. Prima della conclusione del webinar è prevista una sessione di domande e risposte sulle modalità di partecipazione al Contest.

giovedì, 11 aprile mattina

12:00
13:00

Addio carta. Come il digitale cambia il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni[webinar_samsung_11/04/19]

Qui la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

A ottobre 2018 è partito il nuovo censimento permanente della popolazione e delle abitazioni di Istat, che non sarà più decennale ma annuale. Cambia il censimento e di conseguenza evolvono l'organizzazione, gli attori sul territorio, la rete di rilevazione e, soprattutto, le modalità di rilevazione. Non si utilizzeranno più questionari cartacei, ma tablet di ultima generazione che Istat fornirà ai rilevatori sul territorio.  

L’adozione di device mobili assicura l’acquisizione di dati in maniera più efficace, in tempi nettamente inferiori rispetto al passato, con un sostanziale taglio di costi per l’amministrazione pubblica. Data la natura sensibile dei dati acquisiti, le tecnologie utilizzate garantiscono che il trattamento avvenga in totale sicurezza.

Un grande cambiamento che premetterà alle istituzioni, grazie ai dati prodotti dall'Istituto, di comprendere e intervenire più efficacemente sulla soddisfazione dei bisogni degli individui e delle famiglie, e di programmare e gestire i servizi sul territorio. 

In questo webinar organizzato da FPA, in collaborazione con Samsung, Istat racconta come le nuove tecnologie hanno cambiato la storica rilevazione statistica dell’Istituto.

 

 

giovedì, 28 marzo mattina

12:00
13:00

Dati in sanità: come trasformarli in un potente strumento per decisioni strategiche[webinar_Artexe_28_03]

Qui di seguito la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

 

Referti, cartelle cliniche, quadri diagnostici, lettere di dimissioni, prescrizioni: la maggior parte dei documenti prodotti in ambito sanitario contiene oggi informazioni non strutturate. Si stima, infatti, che circa l’80% delle informazioni di carattere clinico sia gestita e archiviata sotto forma di testo libero. Una modalità che non consente di sfruttare le potenzialità del dato, non permettendo interrogazioni, ricerche e analisi per estrarre e ricavare quegli elementi di conoscenza necessari a ottenere miglioramenti nell’assistenza sanitaria, elementi di business per il supporto decisionale e informazioni gestionali utili per integrare gli ambiti applicativi.

Eppure oggi esistono strumenti in grado di automatizzare l’utilizzo dei dati testuali ed elaborare così informazioni utili per automatizzare i processi di cura, introdurre maggiore efficienza, ridurre i tempi e i costi dell’assistenza. Un approccio datadriven che consentirebbe, ad esempio, di valutare l’appropriatezza prescrittiva, elemento indispensabile per contrastare il fenomeno della medicina difensiva, ottenere razionalizzazione della spesa sanitaria (si valuta che decine di miliardi di euro all’anno sulla spesa sanitaria nazionale siano dovuti a inappropriatezza ed eccesso delle prescrizioni), equità di trattamento dei cittadini (contenimento delle liste di attesa) e rispetto dei pazienti circa i potenziali danni dovuti all’esposizione ad indagini inutili e a volte dannose.

Come diffondere questo approccio al dato? Quali i passaggi (culturali, tecnologici, gestionali) necessari? Quali le piattaforme e le soluzioni disponibili? Ne parliamo in questo webinar organizzato da FPA in collaborazione con Artexe. Un appuntamento gratuito specificamente pensato alle nuove frontiere dell’innovazione nel mondo della sanità.

mercoledì, 27 marzo mattina

11:30
13:00

Cantiere Documenti digitali: presentazione report 2018[webinar_cantieri_documenti]

Guarda la registrazione del webinar

FPA presenta il report 2018 del Cantiere Documenti digitali, il tavolo di lavoro dedicato ai temi della dematerializzazione, della gestione e dell’archiviazione dei documenti delle amministrazioni italiane, che FPA organizza in collaborazione con ANAI - Associazione Nazionale Archivistica Italiana.

Il documento è composto da tre corposi capitoli su questioni cruciali nella fase ormai matura di trasformazione digitale che impegna le PA italiane: qualità dei software di gestione documentale, i requisiti archivistici; il fascicolo informatico nella gestione documentale; prova di identità, firma e sigillo elettronico.

Ogni capitolo è frutto di un attento lavoro di analisi delle disposizioni che si sono in questi anni sedimentate, dando così un quadro di riferimento sullo stato dell’arte, ma anche soluzioni operative e checklist per la valutazione delle infrastrutture e delle piattaforme applicative esistenti.

Il Cantiere Documenti digitali 2018 è stato realizzato in collaborazione con Dedagroup Public Service e Gruppo Filippetti.

mercoledì, 6 marzo mattina

12:00
13:00

Reddito di cittadinanza al via: siamo pronti? Tutti i numeri della misura[FPA_Data_Insight_06_03_2019]

Dal 6 marzo sarà possibile presentare domanda per il Reddito di Cittadinanza. Una misura ambiziosa che mette insieme l’inserimento nel mondo del lavoro e il contrasto alla povertà, alla diseguaglianza e all’esclusione sociale e chiama a rapporto un sistema complesso di enti strutturalmente fragili, ridisegnando una macchina organizzativa completamente nuova.

Per far partire la complessa macchina amministrativa che dovrà gestire questa misura il Paese sta facendo un grande investimento che in tempi rapidi deve trasformare un sistema fragile di amministrazioni centrali e locali in una rete capace di far uscire oltre 1,3 milioni di famiglie da uno stato di povertà assoluta, facendole entrare nel mercato del lavoro.

Stiamo parlando di una sfida enorme ma anche di una grande opportunità di rafforzamento dei servizi pubblici: 3,4 miliardi di euro per rafforzare gli enti coinvolti nella gestione operativa del Reddito di cittadinanza sono un investimento che deve – pena il fallimento – realizzare un allineamento di volontà, di capacità e di strumenti.

Proprio in concomitanza con l’apertura delle domande, FPA mette sul tavolo tutti i numeri utili per capire quanto e come si sta investendo e cosa si dovrebbe fare affinché il sistema non si inceppi. Allo stato attuale, infatti, il sistema che dovrebbe permettere l’erogazione del Reddito di Cittadinanza, l’orientamento, la formazione, l’inclusione e la ripresa del lavoro non è adeguato, collasserebbe all’istante se non potenziato. I soggetti coinvolti sono Centri per l’Impiego, Servizi sociali dei Comuni, ANPAL, INPS, CAF e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. I settori che richiedono investimenti sono il personale, l’aggiornamento delle competenze necessarie a seguire i destinatari nei percorsi di “uscita dalla povertà”, la formazione per la gestione delle nuove procedure, il potenziamento dei sistemi informativi e l’integrazione delle banche dati, la comunicazione.

Il focus di FPA verrà illustrato nel corso di una presentazione online mercoledì 6 marzo alle ore 12. Con questo appuntamento si inaugura la rubrica “FPA Data Insight”: ogni mese presenteremo in diretta web un approfondimento/focus o una ricerca inedita.

 

martedì, 5 marzo mattina

11:30
13:00

Cantiere Sicurezza digitale: presentazione del Report 2018[webinar_cantieri]

Qui di seguito la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

FPA presenta in anteprima il report finale 2018 del Cantiere Sicurezza digitale, il tavolo di lavoro sulla cybersecurity che FPA organizza in collaborazione con AizOon, Cast Software, ForcePoint e Samsung. Il documento, frutto di un intenso lavoro collaborativo, contiene una serie di utili indicazioni e linee guida per la protezione dei dispositivi e la corretta gestione del ciclo di sviluppo del software.

Giunto alla sua terza edizione, il Cantiere Sicurezza digitale è nato con l’obiettivo di promuovere il dibattito tra i principali operatori pubblici e privati per facilitare la costituzione di organizzazioni in grado di gestire la sicurezza delle informazioni e di assicurare un’adeguata capacità di prevenzione e risposta agli eventi cibernetici.

L'edizione 2018 del Cantiere ha visto la partecipazione di una platea qualificata di interlocutori pubblici e privati, composta da responsabili della sicurezza informatica di Ministeri, grandi enti centrali, Regioni e loro società ICT, esperti del settore e rappresentanti delle aziende sostenitrici.

 

lunedì, 25 febbraio mattina

12:00
13:00

Smart Working nella PA. Diffusione, buone pratiche e modelli di accompagnamento[webinar_SW_25_02_2019]

Qui di seguito la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

Cambiano i modelli organizzativi del lavoro pubblico. Cambiano gli approcci al lavoro del dipendente pubblico, dall’adempimento al raggiungimento dei risultati. In questo un ruolo fondamentale è svolto dallo smart working, “uno dei processi di innovazione organizzativa che, pur procedendo con eccessiva lentezza, possono rappresentare le condizioni per la diffusione di una nuova cultura nella e della PA”.

Come ribadito nell’Annual Report di FPA presentato lo scorso 29 gennaio a Roma, lo smart working si colloca a pieno titolo nelle riflessioni sul rinnovamento della struttura istituzionale, un rinnovamento che mira a rendere la PA e le sue persone adeguate a gestire i cambiamenti in corso.

Seppure gli ultimi dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano dimostrino che nel 2018 non ci sia stato un aumento di amministrazioni che hanno avviato progetti (ancora pari a circa il 9% del totale), è stato sicuramente possibile registrare una crescita in termini di sensibilizzazione e di condivisione di esperienze e pratiche.

L’avvio di sperimentazioni di enti a livello nazionale e territoriale inoltre ha permesso di registrare una percezione dello smart working come una grande opportunità, l’occasione e lo strumento per cambiare prospettiva culturale nella PA, una prospettiva che pone le persone al centro.

Partendo da una panoramica sullo stato di diffusione in Italia dello smart working nelle imprese private e nelle pubbliche amministrazioni, il webinar mira ad approfondire la tematica anche attraverso alcuni casi di successo e a presentare un modello di accompagnamento utile alle PA per implementare e consolidare progetti di smart working.

venerdì, 1 febbraio mattina

11:00
13:00

Costruzione, progettazione e gestione delle pagine social[webinar_fpa&pasocial_01]

Iscrivendoti al webinar ti sarà chiesto di accettare le condizioni generali di Privacy policy e i termini di contratto così come DESCRITTE A QUESTO LINK www.forumpa.it/policy-privacy-e-termini-contrattua...(copia e incolla il link su un'altra pagina web per non uscire dalla piattaforma webinar).

Quali sono i passi per creare una pagina su Facebook? Quali campi valorizzare? Come si apre un nuovo profilo Instagram? Ha senso collegarlo alla pagina Facebook? E quali gli step per essere operativi anche su Twitter?

Con questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Associazione PA Social, scopriremo come progettare, costruire e gestire le pagine social di una pubblica amministrazione sulla base del target, delle risorse disponibili e delle finalità comunicative. Capiremo quali social network preferire e perché, come organizzare l’attività di gestione degli stessi e scopriremo qualche buona pratica già avviata.

_________________

PER PARTECIPARE

1. Iscriversi al webinar A QUESTO LINK (si consiglia di aprire il LINK su un'altra pagina web);

2Procedere al pagamento

Il singolo webinar ha un costo di Euro 100,00 iva inclusa (Euro 81,97 + iva).

Per Aziende private e per chi partecipa a titolo personale il pagamento della quota di iscrizione avviene obbligatoriamente prima del webinar.
Per Enti Pubblici e Aziende a partecipazione pubblica il pagamento della quota di iscrizione avviene a 30 giorni data fattura.

3. Inviare la ricevuta di pagamento oppure, in caso di ente pubblico o società pubblica, copia della determina e dell'impegno di spesa a [email protected]

Si può procedere al pagamento della quota di adesione tramite:

  • Bonifico bancario intestato a FPA S.r.l. alle seguenti coordinate:
    UNICREDIT SPA - Corporate Operation & Customer Care Italy

             c/c 000103759594

             IBAN IT82 I 02008 05364 000103759594 – Bic UNCRITMMOEO

Nella causale del versamento chiediamo di indicare il codice dell'iniziativa (Cod. webinar_fpa&pasocial_01) e il nominativo del partecipante.

mercoledì, 30 gennaio mattina

12:00
13:00

Il digitale che migliora la vita: come cambia l’esperienza nel settore sanitario[webinar_Avaya_30_01_2019]

Qui di seguito la REGISTRAZIONE VIDEO del webinar

La capacità di informare e comunicare non è un fattore secondario in ambito sanitario: in questo campo, adottare tecnologie che migliorano la comunicazione e la collaborazione tra operatori sanitari e pazienti è un passo fondamentale per facilitare l’accesso ai servizi e al percorso di assistenza, potenziare la qualità della vita e il successo delle cure, ridurre i costi e aumentare l’efficienza.

Quali sono le soluzioni digitali più adatte per facilitare questo salto di qualità nel sistema sanitario? Sicuramente quelle che si basano su una parola d’ordine: integrazione. Dati, persone, processi e strumenti hanno bisogno di “parlarsi” e si tratta di un dialogo che si ripercuote sia verso l’esterno che verso l’interno. Fondamentale per il miglioramento del rapporto tra cittadini-pazienti ed operatori-enti sanitari è l’offerta di un percorso-paziente basato su servizi accessibili e innovativi, per esempio relativi alla prenotazione e gestione di appuntamenti e visite, ai sistemi di telemedicina e assistenza da remoto, fino ai sistemi che integrano dati e automatizzano i percorsi di cura.

Per quanto riguarda i processi interni, è senz’altro necessario superare la vecchia “logica a silos”, che comporta duplicazione di sforzi amministrativi e spreco di risorse e alleggerire attraverso l’automazione il tempo impiegato per eseguire attività ripetitive e di routine, consentendo agli operatori sanitari di focalizzare tempo ed attenzione nelle loro attività professionali prioritarie.

In questo webinar, organizzato da FPA in collaborazione con Avaya, approfondiamo tutti questi aspetti, anche attraverso un paio di esperienze concrete realizzate da Aziende sanitarie.